GAM - Gruppo Archeologico Monteclarense
  MAPPA SITI   ARCHEOLOGICI
       
  Lo schema dei siti Archeologici  
    Scopri tutti i siti archeologici
che il GAM ha negli anni realizzato...
 
 
 IN EVIDENZA
       
    Dal 20 giugno 2009  
  I longobardi nel Bresciano I longobardi nel Bresciano
La mostra dei Longobardi è ospitata nel P.A.S.T. - Palazzo dell'archeologia e della s...
 
       
 MAPPA SITI ARCHEOLOGICI
       
  Rocca medioevale di Montichiari Rocca medioevale di Montichiari
L'analisi Archeologica della Soprintendenza della Lombardia L'esistenza di una fortificazione in Mo...
 
       
  IL PAST
  PAST - Palazzo dell’archeologia e della storia del territorio
 
PAST
Museo
Palazzo dell’Archeologia
e della Storia
del Territorio
Comune di Montichiari
 
 
 

Mappa siti archeologici

 

Necropoli longobarda di Monte S. Zeno

 
  Sigla sito   06MOZE
       
  Denominazione   Necropoli longobarda di Monte S. Zeno
       
  Anno ritrovamento   1998
       
  Anno intervento   dal 1998 al 2006
       
  Luogo   Monte S. Zeno
       
  Località   Fontanelle
       
  Comune   Montichiari (BS)
       
  Macro età   Medioevo
       
  Età archeologica   Età altomedioevale - Longobardi
       
  Periodo   VI - VII sec. d. C.
       
  Tipologia sito   necropoli
       
  Tipo struttura archeologica   sepolture
       
  Tipo reperto   corredo funerario
       
  Materiale reperto   vari

  PHOTOGALLERY
indietro
avanti
Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire

T203 (VII sec. d.C.)
Sepoltura femminile con coppia di armille in bronzo
 RASSEGNA STAMPA
     
  Quotidiani, periodici, riviste  
     
     
  06/12/2006  
Depositate al Centro Fiera due tombe longobarde trovate dal Gam - Vai alla scheda Depositate al Centro Fiera due tombe longobarde trovate dal Gam  
     
  05/11/2006  
Gli scavi del Gam in mostra a primavera - Vai alla scheda Gli scavi del Gam in mostra a primavera  
     
  05/11/2006  
Le tombe del Monte S.Zeno al Centro fiera - Vai alla scheda Le tombe del Monte S.Zeno al Centro fiera  
     
  Pubblicazioni scientifiche  
     
     
  Anno 2005  
MONTICHIARI (BS) - Monte S. Zeno
 - Vai alla scheda MONTICHIARI (BS) - Monte S. Zeno  
 

Il contesto archeologico delle colline

A metà anni 90’ l’attenzione del Gam si concentra sulla catena collinare con la convinzione che la modesta quantità di ritrovamenti archeologici documentati in questi luoghi fosse solo dovuta ad un difetto di ricerca; pareva inspiegabile infatti la difformità con i territori ad ovest del fiume Chiese dove avevamo già classificato decine di insediamenti e necropoli di età romana e longobarda. All’inizio facemmo scoperte incredibili sull’età preistorica per la quale comunque esistevano già in letteratura deboli segnalazioni per l’età del bronzo ed uno straordinario ritrovamento su Monte Rotondo relativo a due stazioni del paleolitico inferiore.           
Nel 1995, seguendo alcune tracce di laterizio antico emerse dall’aratura fresca, individuammo un piccolo sepolcreto longobardo di undici tombe adagiato sul pendio di Monte S. Giorgio ed al limitare sud della sella delle Fontanelle.
Nel medesimo anno facemmo alcuni sondaggi conoscitivi e rilievi all’interno ed intorno alle strutture di un edificio religioso triabsidato e con cripta; questa chiesa, che si trova sulla sommità di Monte S. Giorgio e domina a 360° il territorio circostante, è appartenuta al medioevale monastero di S. Giorgio, fu poi venduta a privati e convertita a cascinale seguendo il destino di moltissimi edifici religiosi agli inizi dell’800’.
Le conclusioni degli studi condotti fino ad oggi insieme alla Soprintendenza confermano l’ipotesi già formulata dal Panazza che faceva risalire le origini di S.Giorgio al Monte all’VIII sec.; altomedioevali sono la cripta triabsidata e le strutture perimetrali dell’aula fino ad un paio di metri in alzato, più su si somma una consistente fase romanica ed una ristrutturazione seicentesca a completare una vita più che millenaria.
Altra scoperta di rilievo fu l’individuare nel 2002 la posizione della chiesetta medievale (di quadra) di S.Zeno; dedotta la posizione teorica con ricerche documentarie e verifiche sul posto, si eseguirono dei sondaggi  con lo scavatore ed emersero i resti delle fondazioni murarie, il sagrato con l’area funeraia ed una sepoltura altomedievale sotto il campanile.


Il ritrovamento della necropoli e l'intervento

Nel 1998, nel corso di un controllo di superfice, la nostra attenzione si concentra sui resti di due sepolture emerse in seguito a lavori di adeguamento della ripa che sormonta la strada della Rampina nel punto in cui si snoda alla base del Monte di S.Zeno ed al limitare nord della sella delle Fontanelle.
Conseguenti verifiche eseguite sotto il coltivo nel mezzo dell’appezzamento soprastante, una ventina di metri più in là, misero in luce altre sepolture; era chiaro che il sepolcreto aveva una certa vastità.
A partire da quell’anno organizzammo più campagne di scavo facendo conto esclusivamente sulle nostre capacità operative (Gam) per quanto riguarda la ricerca, lo scavo, la documentazione e sulla Soprintendenza archeologica della Lombardia per quanto riguarda la direzione scientifica.
E’ uno dei sepolcreti longobardi più grandi mai ritrovati in Italia con 323 sepolture scavate a fine 2006 e ad indagini ancora in corso; sono stati recuperati più di 300 reperti ed alcuni oggetti di corredo sono assolutamente unici.

Questo recupero è stato possibile grazie alla disponibilità dei proprietari dei due appezzamenti interessati (famiglia Savoldi e Faccio); oltre agli attori già citati sopra va sottolineato il sostegno dell’amministrazione comunale di Montichiari.

 

Dati storico - archeologici

Vedi articoli pubblicazioni scientifiche qui a fianco.

(P.C.)

   

 
   
torna indietro
 
 
       
  Home | Gam | Contatti | Soprintendenza | Campi di scavo
Mappa siti archeologici | Età Archeologiche | News

GAM - Gruppo Archeologico Monteclarense - Via XXV Aprile, 40 25018 - Montichiari (Bs)
Per contattarci clicca qui | Web credits | Copyrights | Mappa del sito
XHTML CSS